Add to favourites
News Local and Global in your language
21st of January 2018

Mondo



Egitto, psicologi per i bimbi siriani che sono scappati dalla guerra - Gli occhi della guerra

(Da Beirut) Insan è un’iniziativa lanciata nel 2013, con lo scopo di fornire un trattamento psicologico ai bambini siriani in Egitto, vittime del trauma della guerra civile nel loro paese d’origine. Insan – che in arabo significa “umano” – si rivolge ai bambini tra i 6 e i 18 anni. Il programma è stato fondato da Areej al-Tabaa, uno psicologo siriano che vive in Arabia Saudita. Il team è composto da 20 volontari. Alcuni di loro partecipano a tempo pieno. Sono studenti di medicina oltre a psicologi e logopedisti. Insan non ha un ufficio, quindi i membri del team si incontrano in varie località, come le scuole in cui conducono workshop e programmi.

Insan ha finora coinvolto 3mila bambini siriani, e altri 2mila sono stati aggiunti di recente. A novembre, la squadra di studenti universitari siriani che lavorano al programma ha annunciato che il progetto sarebbe stato aperto anche ad altri bambini, sudanesi e yemeniti, che hanno cercato rifugio in Egitto.

Il membro del team Abbi Mustafa, studente siriano di medicina del sesto anno presso l’Università di Ain Shams, ha spiegato ad Al-Monitor l’obiettivo del programma: “Durante la guerra siriana questi bambini non avevano accesso ad alcun supporto psicologico. Il nostro gruppo cerca quindi di fornire assistenza per i traumi psicologici derivanti dalla paura, dalla perdita di amici e familiari e dal vedere o sperimentare la violenza”. “I bambini sono i più vulnerabili”, – ha detto Mustafa – . “Sono influenzati dalle conseguenze della guerra, come alienazione, instabilità, pressioni fisiche e familiari e non sono in grado di esprimere i loro bisogni psicologici”.

Sono cinque i programmi e approcci sperimentati per aiutare i bambini, il programma di sostegno psicologico infantile, il programma di gestione delle perdite, il programma di autoespressione e il programma di sensibilizzazione alle molestie. I bambini sono coinvolti in attività che li aiutano e li incoraggiano ad esprimere i propri sentimenti, ad esempio attraverso lo storytelling, il gioco di ruolo e la recitazione. Per valutare l’efficacia del programma, Insan distribuisce questionari a genitori e insegnanti prima e dopo le attività e monitora i miglioramenti dei bambini durante i workshop.

I bambini sono selezionati “attraverso le scuole che partecipano all’iniziativa”, spiega Mustafa. Il team ha anche una relazione con l’Unicef in Egitto. Il team di Insan organizza sessioni per i bambini nei centri dell’Unicef durante l’estate e in altri periodi in cui i bambini hanno più tempo libero. Il team ha costruito anche relazioni con organizzazioni non governative siriane, egiziane e internazionali in Egitto per facilitare la fornitura dei servizi ai bambini. Insan ha stabilito una partnership con Terre des Hommes e Siria Al Gad Relief Foundation. Insan e i suoi partner sono, tuttavia, limitati da finanziamenti insufficienti, mancanza di copertura mediatica e, a volte, genitori non cooperativi.

Tayseer al-Najjar, fondatore e capo dell’Autorità generale siriana per i rifugiati – un gruppo che aiuta i rifugiati siriani in Egitto – , ha affermato che “si dovrebbe offrire un trattamento psicologico anche alle madri siriane, che sono le principali responsabili dell’educazione dei loro figli e soffrono spesso di problemi di salute e finanziari”.

La guerra siriana scoppiata nel marzo 2011 ha provocato lo sfollamento di oltre 6 milioni di persone. Secondo uno studio del 2015 del Corpo medico internazionale, il 54% dei siriani sfollati soffre di gravi disturbi emotivi. Ahmed al-Behairy, psichiatra, ha spiegato su Al-Monitor le terribili conseguenze che patiscono questi bambini. “I bambini sono suscettibili al disturbo da stress post-traumatico, i cui sintomi includono depressione, ansia, disturbi del sonno, disturbi emotivi, come disturbi di identità psicologica, psicopatia e isteria. Tutto questo influisce negativamente sul loro futuro anche dopo la fine della guerra”.

Articoli correlatiRead More




Leave A Comment

More News

Sky News Tg24 - Mondo

Esteri | Rss News

Corriere.it - Esteri

Libero Quotidiano

Il Sole 24 ORE - Mondo

IlGiornale.it - Mondo

Disclaimer and Notice:WorldProNews.com is not the owner of these news or any information published on this site.