Add to favourites
News Local and Global in your language
19th of October 2018

Economia



Le Borse europee tentano il rimbalzo. Bene i listini asiatici. Spread stabile a 300 punti

Piazza Affari rallenta rispetto all’avvio di seduta. Il Ftse Mib che guadagna lo 0,2% a 19.414 punti. Girano in calo Cnh (-1,5%) e Tim (-1,1%). Lo spread tra il Btp e il Bund si attesta a 300 punti base con il rendimento del decennale italiano al 3,52%. In rosso anche Saipem (-0,8%) e Mediaset (-0,7%). Proseguono in rialzo le banche tra cui Intesa (+1,7%) e Banco Bpm (+1%). Fuori dal listino principale Carige (+6,5%) si mantiene tonica dopo il cda di ieri. Ancora sospesa Astaldi con un rialzo teorico dell’11%.  

Le attese per oggi  

I mercati sembrano fiduciosi che, all’incontro FMI in corso a Bali, si riesca a trovare un accordo che allenti la “guerra” commerciale tra Stati Uniti e Cina. Nel pomeriggio, dagli Usa, dovrebbe arrivare l’indice dei prezzi all’esportazione di settembre e quello all’importazione. In arrivo, poi, il dato sulla produzione industriale di agosto della zona euro e il giudizio dell’agenzia di rating Moody’s sul rating dei titoli Usa.  

Gli indici europei rimbalzano  

Borse europee stabilmente in rialzo nel giorno del meeting del Fondo Monetario Internazionale a Bali. I mercati mostrano di non temere il doppio tonfo di Wall Street, con un alleggerirsi delle tensioni commerciali tra Usa e Cina. In rialzo l’euro sul dollaro a 1,1602 a Londra.L’indice d’area Stoxx 600 guadagna lo 0,7%. Avanzano Francoforte (+0,9%), Parigi (+0,8%), Madrid (+0,6%) e Londra (+0,3%). I listini del Vecchio continente sono spinti dai rialzi dei titoli del settore tecnologico (+1,4%), energia (+0,7%) e finanza (+0,6%). In positivo Logitech (+2,6%), Nokia (+1,4%) e Wirecard (+2,8%). Nel comparto degli energetici si mettono in mostra Lundin (+2%), Total (+1,1%) e Repsol (+0,9%). Tra i finanziari Zurich (+1,4%), Banco Bilbao (+0,9%), Ing (+0,9%) e Bnp Paribas (+0,5%). 

LEGGI ANCHE Wall Street gira le spalle a Trump. E adesso teme i dazi cinesi (Mastrolilli)  

Lo spread stabile intorno ai 300 punti  

Avvio in calo, sulla soglia psicologica dei 300 punti base, per lo spread BTp/Bund con i titoli di Stato italiano che recuperano qualcosa in una giornata che si è aperta all’insegna delle vendite sugli altri bond dell’Eurozona. Il differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano (Isin IT0005340929) e il Bund benchmark, ha infatti aperto a 300 punti base, dai 305 della chiusura di ieri. In lieve calo anche il rendimento del BTp benchmark decennale che in avvio è indicato al 3,55% dal 3,58% di ieri. 

secondo noi ANSA

Copyright ©

LEGGI ANCHE Indici, inflazione e tassi: adesso i mercati hanno paura (Manacorda)  

Rimbalzano Hong Kong(+2,12%), Shanghai(+0,91%) e Shenzhen (+0,19  

Forte rimbalzo delle principali Borse asiatiche sulla scia della pubblicazione di dati migliori delle attese sulle esportazioni cinesi e sul surplus commerciale con gli Stati Uniti. Dopo la giornata di ieri, buia per la finanza globale, l’indice composito Hang Seng ha chiuso in rialzo del 2,12%, ovvero 535,12 punti, a 25.801,49 punti. L’indice composito della Borsa di Shanghai ha guadagnato lo 0,91%, ovvero 23,45 punti, a 2.606,91 punti mentre quello di Shenzhen è salito dello 0,19%, ovvero 2,46 punti, a 1.296, 36 punti.  

Licenza Creative Commons Read More




Leave A Comment

More News

IlGiornale.it - Economia

lastampa.it - Economia

Repubblica.it > Economia

Sky News Tg24 - Economia

Corriere.it - Economia

Libero Quotidiano

Insider.pro

Disclaimer and Notice:WorldProNews.com is not the owner of these news or any information published on this site.