Add to favourites
News Local and Global in your language
21st of October 2018

Benessere



Aste francobolli: forte domanda su posta aerea e antichi Stati italiani

La nuova stagione delle Aste Bolaffi di Torino si è inaugurata il 4 e 5 ottobre con la vendita autunnale di francobolli che ha realizzato 2 milioni di euro ed oltre il 60% di lotti venduti. L'asta ha visto una grande partecipazione di collezionisti in sala, al telefono e online (soprattutto dall'Italia, anche se alcuni collezionisti esteri sono intervenuti su poche cose specifiche di loro interesse) e dei principali operatori nazionali ed esteri. “In generale, analogamente a quanto avviene in ogni altro settore antiquariale, la vendita ha confermato l'interesse per emissioni di alta qualità e di esemplari assenti sul mercato da tempo, provenienti direttamente da importanti collezioni private” ha spiegato Alberto Ponti, esperto in filatelia di Aste Bolaffi.I risultati dell'asta indubbiamente forniscono un'informazione precisa su come si sviluppa il mercato filatelico nazionale che vede sempre in primo piano le importanti lettere di posta aerea che godono un respiro internazionale, “mentre in genere faticano di più a trovare un acquirente i francobolli nuovi e usati sciolti. Una collezione di diverse centinaia di aerogrammi con molte rare affrancature italiane dal 1920 al 1940, un lotto che da solo rappresenta una collezione meritevole di essere esposta e documentativa dell'era pionieristica della posta aerea nazionale, è risultata il top lot dell'asta realizzando 65.900 euro contro una base di 30mila”. Ugualmente un raro aerogramma del 1934 affrancato con il 10 lire Coroncina per il volo Roma-Mogadiscio del 9 novembre, offerto con una base di 5mila euro, ne ha realizzati 13.420. Uno dei status symbol della collezione italiana di posta aerea del Regno, il trittico non emesso per il Volo di ritorno della Crociera Balbo del 1933 da New York a Roma (solo 500 esemplari tirati), nuovo e non linguellato, con bordo di foglio, offerto a una base di 10mila euro ne ha realizzati 15.860 (cat. Unificato 34mila euro).

Il trend storico. Il capitolo degli Antichi Stati italiani rimane tra i settori che riscuotono l'interesse dei collezionisti, in particolare per le affrancature in buono stato di conservazione. Commenta Alberto Ponti: “l'unico criterio di selezione del mercato risulta, più della rarità in sé, la qualità di quanto presentato. Prove ne è, ad esempio, il capitolo dedicato ai francobolli del Granducato di Toscana e del Governo Provvisorio di Toscana, caratterizzato da francobolli in ottime condizioni che sono stati battuti a prezzi decisamente superiori alla media, come un blocco verticale di otto esemplari del quattrino nero su carta azzurra del 1852 offerto a una base di 30mila euro e aggiudicato per 46.00 euro, mentre una busta, quasi introvabile, ma soggettivamente in cattive condizioni di conservazione, come quella del 3 lire di Sardegna in striscia orizzontale di tre esemplari, del 7 giugno 1862, proposta con una base di 25mila euro, non ha avuto offerte”. La qualità dei francobolli rari indubbiamente ne determina in modo incisivo il relativo prezzo, è il caso del ½ tornese azzurro nuovo del 1860 “Trinacria” emesso durante la Dittatura di Garibaldi a Napoli che, allo stato di nuovo, in condizioni assolutamente perfette, può essere considerato il francobollo più raro d'Italia con quotazioni di centinaia di migliaia di euro. L'esemplare, offerto in catalogo, pur essendo ben conservato nel colore, risultava assottigliato: proposto a una base di 10mila euro, ne ha realizzati 13.420.

Tendenze moderne. Anche tra le emissioni moderne si possono reperire rarità a livello antiquariale: è il caso di uno dei cinque esemplari esistenti del “Don Bosco solitario”, ovvero del 50 lire emesso nel 1988 in occasione del centenario della morte di Don Bosco che a causa di un difetto d'inchiostrazione risulta completamente privo dello sfondo: proposta a una base di 20mila euro, questa rarissima varietà ne ha realizzati 26.800.Nell'area estera, spiccano come sempre la Cina (un'ampia e ricca collezione specializzata estesa dal 1880 fino al 2000, offerta a una base di 25mila euro, ne ha realizzati 36.600), mentre nel vasto settore delle Colonie inglesi, ambito dai collezionisti di tutto il mondo, un francobollo sovrastampato su un fiscale da 2 sterline della Sierra Leone del 1897 è stato protagonista i numerosi rilanci in sala e al telefono, volando da una base di 2.500 euro a un'aggiudicazione di 25mila euro.

Qualche giorno prima, il 29 settembre, si era tenuta un'asta di filatelia e storia postale presso Laser Invest di Porto Mantovano con un fatturato di circa 410mila euro e una percentuale del 40% di lotti venduti, inclusi i lotti venduti dopo asta. “Il mercato filatelico italiano ha brillato nel 1° semestre del 2018 – ha affermato Tommaso Tagliente, auctioneer della Casa –, ma ha leggermente frenato alla ripresa dei lavori dopo l'estate. Il dato significativo di questa nostra ultima asta è dato dalla vendita per 40mila euro di una lettera del Ducato di Modena spedita il 7 ottobre 1857 per Bordeaux e affrancata in perfetta tariffa triplo porto per complessive lire 5,40 con due francobolli da 10 centesimi (toccati) ed eccezionale blocco di 13 esemplari del 40 centesimi, tutti con punto dopo le cifre, con timbri di transito ed arrivo. Viene considerata la massima affrancatura esistente di questo ducato (oltre a questa lettera, ne esiste un'altra di questo Ducato della massima importanza, affrancata con cinque esemplari della Lira ed un 40 centesimi , spedita da Modena per Parigi il 28 maggio 1855). Questo risultato sta a significare che per gli oggetti molto importanti i collezionisti sono disposti a impegnarsi economicamente in misura anche considerevole. Gli Antichi Stati italiani sono sempre richiesti, come pure alcuni settori particolari, gli Interi Postali, tutti venduti, dove sempre la nostra Casa ha avuto un seguito grazie alla pubblicazione del catalogo Interitalia curato da Franco Filanci e Carlo Sopracordevole, oltre che dal sottoscritto,arrivato alla 16ª edizione”.

© Riproduzione riservata

Argomenti: Read More




Leave A Comment

More News

Il Sole 24 ORE - Lifestyle

Obiettivo Benessere

Disclaimer and Notice:WorldProNews.com is not the owner of these news or any information published on this site.