Add to favourites
News Local and Global in your language
18th of January 2018

Tecnologia



Greenrail è la startup italiana dell’anno secondo StartupItalia!

È Greenrail, startup fondata nel 2012 da Giovanni Maria De Lisi e incubata all'interno di Polihub, la vincitrice del titolo startup dell'anno, assegnato nell'ambito dell'evento StartupItalia Open Summit 2017 che si è svolto lunedì 18 dicembre a Milano. L'impresa è stata premiata per aver creato una traversa ferroviaria a elevate prestazioni e lunga durata, realizzata con materiali di riciclo come pneumatici e plastica. Un'idea che, lo scorso 14 dicembre, è valsa alla startup la prima commessa record per 75 milioni di dollari da parte della società statunitense Safepower1.

Startup, per l’italiana Greenrail una commessa da 75 milioni negli Usa

A premiare l'idea di Giovanni Maria De Lisi è stata una giuria composta da oltre 100 rappresentanti di aziende e investitori che hanno selezionato, all'interno di una rosa di 100 imprese innovative italiane, le 10 più meritevoli e successivamente la vincitrice assoluta. Oltre a Greenrail, sono arrivate in finale altre 9 imprese, riconosciute come le più di successo del 2017, sulla base di criteri come i round di finanziamento ricevuti, la realizzazione di un prototipo funzionante e l'aver già ricevuto premi e riconoscimenti. Tra loro c'è Cloud4wi che ha chiuso un round B da 11,5 milioni di dollari per aver ideato una strategia che permettere agli esercizi commerciali di monetizzare i servizi wifi offerti ai propri clienti. Fa parte delle finaliste anche Genenta Science che ha sviluppando una terapia genica basata sull'ingegnerizzazione delle cellule staminali del sangue per il trattamento dei tumori.

Lo scorso settembre l'impresa fondata da Pierluigi Paracchi ha chiuso un nuovo round, da 7 milioni di euro. È stato invece uno dei round più grandi del 2016 quello ottenuto da un'altra finalista: Lanieri, la startup di Simone Maggi e Riccardo Schiavotto ha sviluppato una piattaforma di e-commerce di abiti su misura maschili Made in Italy. Fa parte della rosa dei 10 anche Install, un mobile ad network che punta a rendere più semplice la gestione delle campagne di mobile marketing attraverso business intelligence e analisi dei kpi. È attiva in ambito digital automotive, la finalista MotorK scelta anche per aver ottenuto, lo scorso marzo, un investimento di 10 milioni di dollari da vc europei. In finale anche Satispay, Soldo, Sfera e Thron. La prima ha creato un'app per inviare denaro ai contatti della propria rubrica telefonica e pagare nei negozi convenzionati fisici e online, che lo scorso settembre ha sottoscritto un aumento di capitale di 26,8 milioni di euro.

Ambito fintech anche per Soldo, l'impresa fondata da Carlo Gualandri che ha ottenuto a giugno 11 milioni di dollari per aver ideato un conto spese multi-utente messo a disposizione di imprese e famiglie per gestire i pagamenti in sicurezza. Sfera ha inventato invece una serra tecnologica per la produzione di ortaggi all'insegna della sostenibilità ambientale che quest'anno è stata finanziata con 7 milioni di euro. È stato invece di 3 milioni di euro il round sottoscritto da Thor, startup finalista dello StartupItalia Open Summit 2017 per aver ideato un sistema che consente ai siti web di adattarsi agli interessi di chi li visita.

Durante l'evento sono stati assegnati altri riconoscimenti speciali: lo Special award cyber Security a Sherlock; lo Special award digital health a D-EYE; lo Special award digital transformation a Fatture in Cloud; lo Special award education a Codemotion; lo Special award entertainment a Viralize; lo Special award fashion, design and IoT a Lanieri; lo Special award the food makers a Vino75; lo Special award european valley a CornerJob; lo Special award tourism and culture a Sherwood; lo Special award smart money a Satispay; lo Special award life science a Genenta; lo Special award media a Install; lo Special award open innovation a Greenrail; lo Special award AXA innovation 2 protect a Helperbit; lo Special award VC a Oltre Venture; lo Special awards crowfunding a Mamacrowd. Green Idea Technologies e Pigmento hanno inoltre ottenuto 10mila euro e 12 mesi di incubazione vincendo il premio Special Awards Bracco che è stato assegnato anche a Agricolus (che è stata premiata con 12 mesi di incubazione) e Street Work che ha ottenuto una menzione speciale.

Nel corso della giornata è intervenuto anche Marco Bicocchi Pichi, presidente di Italia Startup, l'associazione che raccoglie la maggior parte delle nuove imprese italiane. Bicocchi Pichi, nel suo intervento, ha illustrato sei proposte per accelerare la crescita dell'ecosistema italiano dell'innovazione. “Durante questi cinque anni – ha dichiarato il presidente - pur essendoci stata una crescita delle attività connesse all'ecosistema delle startup, gli investimenti sono rimasti molto ridotti. Nel periodo dal 2007 al 2015 gli investimenti in Venture Capital in proporzione percentuale al PIL dell'Italia sono stati i più bassi d'Europa, con lo 0.005% rispetto alla media europea dello 0.028%. Mentre Francia e Gran Bretagna hanno raggiunto rispettivamente lo 0,038% e lo 0,046%”. Per questo motivo Bicocchi Pichi si è rivolto alle istituzioni italiane, chiedendo, alla vigilia della nuova legistaltura, “un forte e convinto supporto per passare dalla sperimentazione ad una decisa crescita, attraverso sei azioni per aiutare le startup e le Pmi innovative a svilupparsi e contribuire alla crescita economica del Paese”.

Secondo il presidente di Italia Startup, è necessario aumentare il fondo di fondi venture capital presso la cassa depositi e prestiti, puntando a raccogliere cinque miliardi di euro in cinque anni, “per portare alla media di almeno un miliardo di investimento all'anno”. Tra gli strumenti proposti per raggiungere l'obiettivo: l'istituzione di un plafond vincolato alla dotazione di liquidità nei confronti di OICR che investano in Italia, con leva fino al 75% per fondi seed e leva fino al 45% per fondi early-stage; la definizione di un meccanismo per l'investimento nel fondo di fondi da parte delle casse previdenziali e fondi pensioni attraverso il combinato disposto di incentivi Pir ed obbligo di destinazione di quota della raccolta degli stessi all'investimento nel fondo di fondi. Bicocchi Pichi ha quindi sottolineato che sarebbe necessario anche potenziare l'incentivo fiscale e l'investimento in società non quotate ad alto potenziale e crescita, e aumentare le misure di attrazione dei talenti internazionali offrendo una defiscalizzazione al 100% per il primo anno e al 50% per i due anni successivi.

Altre richieste rivolte al prossimo governo sono l'introduzione di misure per favorire l'imprenditorialità dei migliori talenti nazionali (definendo in maniera univoca a livello giuridico l'incompatibilità per i docenti universitari e l'aspettativa per i ricercatori), e il rafforzamento della misura “Accordi per l'innovazione”, offrendo voucher fino a 50mila euro per le realtà che hanno ottenuto il “Seal of Excellence” Horizon 2020 e/o abbiano ricevuto un finanziamento in conto capitale non inferiore a 500mila euro da parte di un fondo d'investimento, una società quotata, o un incubatore certificato. Infine Bicocchi Pichi ha raccomandato la nascita di un hub dell'innovazione distribuito sul territorio, ma connesso fisicamente grazie all'alta velocità, attraverso la definizione di un “Accordo di Programma” che coinvolga i comuni di Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Grandi Stazioni Rail spa.

© Riproduzione riservata

Argomenti: Read More




Leave A Comment

More News

Wired

Repubblica.it >

Tecnologia | Rss News

Il Sole 24 ORE - Tecnologie

Disclaimer and Notice:WorldProNews.com is not the owner of these news or any information published on this site.